lunedì 11 agosto 2014

Ho perso, invece no ho vinto.

Che poi a pensarci bene io sono stata sempre in mezzo ai bambini, sono la prima di 4 figli...mamma di 4 figli..ho sempre adorato prendere in braccio i bambini, fin da piccola..ho fatto la baby sitter per 6 lunghi anni . Insomma niente di nuovo, come direbbe il mio rapper preferito. Invece. Invece no. E lì tra le sue piccole e cicciose braccine che sento come tutto può cambiare ed essere diverso. Meglio. Meglio di tutti quei giorni che mi sembra di non farcela. Meglio di quando piango per la solitudine, o la stanchezza della mente. Meglio di quando, dopo mille e mille giri a cercare di far valere le mie ragioni ho porte sbattute in faccia. Meglio di quel giorno in cui dopo aver aspettato tre ore, parlando con diecimila funzionari, ho capito che era inutile. A me non spetta nessun tipo di pensione. Malgrado mio marito abbia lasciato 4 figli, di cui una minore. Malgrado mio marito abbia lavorato per anni e " bevuta" acqua di mare in posti lontani dai suoi cari. Malgrado mio marito abbia versato all'INPS 760 settimane di contributi. Ma ne servono 780 per ottenere un minimo di pensione. Per sole 20 settimane. 5 mesi. " Signora suo marito è morto di Maggio, vero? eh.se moriva a Novembre poteva ottenere qualcosa.." Questo mi è stato detto. Se non moriva proprio era la cosa migliore..ma tant'è....
I giorni del dolore ci saranno sempre. E mi fa male pensare che lui non potrà mai stringere quelle braccine.
E lei non lo sa, forse non lo capirà mai , cosa significa lei per me. Insieme alla sua mamma al suo papà..ai suoi zii. Che nonostante la fatica, le bollette, le difficoltà, la tristezza, nonostante tutte queste cose...le cose andranno meglio.
Che si chiami "VITTORIA" vi sembra un caso? A me no.

11 commenti:

  1. Il mondo ha la capacità di beffarci in modi sempre nuovi e assurdi. Ma la vita ci regala ricompense che nemmeno potevamo immaginare. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ricompense...ecco Mare questa parola mi piace assai. Sono stata ricompensata. Si.
      Grazie, anche io ti abbraccio.

      Elimina
  2. Io, per non saper né leggere né scrivere, t'abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo abbraccio sincero. so che è così...ma non dire più che non sai scrivere!!!! Sei bravissimo!

      Elimina
  3. Vorrei dirti un mucchio di cose ma mi limito a dirti che tu e lei siete belle, tutti voi lo siete e che ti voglio bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è bisogno di dirsi un sacco di cose...basta " ti voglio bene", come hai fatto tu. Anche io te ne voglio, Cri.
      :***

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  4. Ciao Megghi!!!
    Le braccia di un bimbo ti riempiono la vita di gioia infinita, poterli stringere al cuore è meraviglia ineguagliabile!!
    Quello che leggo per quanto riguarda la pensione... Mi lascia basita, scusa ma i contributi che tuo marito ha versato con duro lavoro se li sono intascati ... Ma che legge del Menga ė uno schifo stratosferico che si vergognassero , la legge deve essere cambiata per fare in modo che uno si prenda la pensione adeguata agli anni lavorativi mica ci vuole tanto a fare in modo che sia così !!!!
    Ti abbraccio forte ma forte! TVB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già! E' proprio una legge deficiente. Non mi permette di usufruire dei contributi che sono stati regolarmente versati...sicuramente servono a rimpinguare qualche pensione d'oro di qualche altro essere immondo, come la stragrande maggioranza di questi papaveri che occupano il Parlamento o il Senato. Sono stata sempre ciecamente certa che alla fine tutto si sarebbe risolto, che alla fine qualcuno mi avrebbe aiutata. Mi sembrava così assurdo..invece. Ecco come stiamo. Grazie Claudietta...ti voglio benissimo io a te.

      Elimina
  5. A Mariagrà, sei na nonna fantastica. Te reggi in braccio quela creatura che è puro tua, anzi più tua che de su madre si ce penzi bene, e te senti rinata, nun è così? E ce voleva tanto a capillo? Dovevi da diventà nonna pe sentillo sto sfriccichio sotto la pelle. Mo ce l'hai puro tu, che sei femmina e lo senti mejo de me.
    Se nun fosse che ce sarebbe da piagne me verebbe da ride a sentì na stronzata come quella der funzionario tuo, ma che funzione ciaveva quella de aprì er cesso e de richiudelo? Allora come era? Ah sì: a signò vostro marito doveva da morì cinque mesi doppo, è morto cinque mesi primma e nun ve tocca gnente. Se li magna lo stato infamone li sordi de su marito, poraccio.
    Mo tu a uno che te dice così jai armeno sputato in bocca? Nun l'hai fatto? Sei stata scema, lo dovevi affugà co na scatarrata.
    Nun te la sta a pià. A me lo stato ladrone cor fatto che pio la penzione tedesca bona de undici anni de lavoro d'un certo livello, lavoro dirigenziale pe capisse, me ariconosce solo 89 euro ar mese, che ce compro la carta genica pe pulimmece er culo. Me manna un vaja du vorte all'anno e me dà puro la tredicesima ridotta der 50% e nun se capisce perché. Stanno er seconno vaja nun m'è arivato e stamo a settembre. So sempre 534 euro der cazzo e ce volevo comprà na cosucciua a mi moje e sti fij de na mignottona nun m'anno mannato gnente, li mortacci loro.
    Manco je scrivo sarebbero sordi sprecati. Aspetto natale poi se famo du conti.
    Statte bene Mariagrà e godite Vittoria.
    Te voio bene puro io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vincè, come sempre le tue so belle parole..io non jo sputato per semplice motivo che quer cristiano non c'aveva colpa alcuna tranne che de esse scemo. La corpa è de na legge de schifo. Ma io je la faccio uguale...mo poi che c'ho sto tesoro...ancora mejo!

      Elimina

dì la tua..