sabato 18 agosto 2012

le cose difficili della vita..

Dopo innumerevoli rapporti sessuali.
Quattro gravidanze  e relativi parti naturali.
Qualche foto che più esplicita non si può.
Dopo aver letto interessanti trattati scientifici sull'anatomia femminile.
Sono riuscita a capire come si mette un tampax.

44 commenti:

  1. ahaahahahahahah :D
    c'è sempre qualcosa da imparare... :D

    RispondiElimina
  2. beh le possibilità erano solo due ! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no forse non mi sono spiegata...non era "dove " lo dovevo mettere, ma quell'affare ha un astuccio che pare un missile e credi l'inserimento non è cosa delle più facili...almeno per me.;)

      Elimina
    2. un po' macchinoso sì... :)

      Elimina
    3. cioè intendi dire che ci lasciavi pure l'astuccio? =D

      Elimina
  3. non è cosa x me, non sopporto l'idea di un oggetto estraneo immobile all'interno del mio corpo... ma ammetto che mi sarebbe stato comodo in diverse occasioni che si possono immaginare... e poi quella fottuta paura della cordicella che si rompe, sai che grasse risate altrui al pronto soccorso? >__< ti ho fatto passare la voglia? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco sull'oggetto immobile sono rimasta per tre secondi a riflettere...hai ragione anche sulla cordicella e infatti ogni tanto vo a controllare...

      Elimina
  4. ah ah ah per me non c'è nulla di più facile e comodo, grazie e lui posso godermi il mare e relative nuotate anche in quei giorni, mentre le altre povere anime se ne stanno a riva con la fica fasciata come dopo un incidente.
    Per Antares, di cose immobili dentro in quei giorni ne ho ben due, tampax e spirale ma sopporto poi recupero ;)
    Leggi questo mio post ti farai due risate, scusa se non lo linko va do di fretta http://oraequilillina.blogspot.it/2012/02/prendersi-in-giro.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beata chi sopporta dico io ^__^

      Elimina
    2. letto! Una mia paura quasi materializzata da Lillina.... ahahahah

      Elimina
    3. lillina tu sei il mio mito...se mai mi dovesse succedere di perderlo io dalla mia ginecologa non vado...vengo da te! ahahahahah

      Elimina
    4. ahahhaahah come vieni da me? Non ti conviene finora a parte nella mia non ho mai messo le mani nella vagina di nessuna!

      Elimina
    5. e infatti mica voglio che metti le mani...magari no sguardo pe trovallo se sè perso...ahahahahah

      Elimina
    6. ooooooooOOOOOOOOOOOOOOOooooooooooooooooohhhh... arrossisco ^_^

      Elimina
  5. Non lo uso, più che metterlo mi fa senso estrarlo:
    ho paura che si trascini dietro il mio utero le mie ovaie e tutto quello che riesce a portarsi appresso :)

    RispondiElimina
    Risposte

    1. eeeeeeeeeeeeeeee che madò...m'hai fatto venì paura!!

      Elimina
  6. (Sono fuori corso, quindi non commento. Però, se mi è consentito, rimpiango.
    Rimpiango Vincenzo; sarò ormai rincoglionito, ma sto ridendo a crepapelle al pensiero di cosa avrebbe qui commentato. Quel 'disgraziato' e n'è andato al mare nel momento meno opportuno.
    Al suo ritorno riproponi il post, grazie fin d'ora).
    Comunque, per quel poco che ne so, ce ne sono col telecomando: una volta posizionato sulla 'rampa' si dà lo start e fa tutto lui da solo, espelle l'ogiva di cartoncino, rileva la temperatura e la quantità del flusso trasmettendole in diretta sul piccolo monitor in dotazione; al momento opportuno dà un segnale di "troppo pieno", che offre la scelta tra l'espulsione di tipo fecale e quella che, con una leggerissima esplosione che lo dissolve, ne consente la fuoriuscita in forma urinaria; entrambe in modo quasi indolore, quasi un piacevole solletico.
    C'è chi, in questo via-vai a comando, ha trovato il modo di sopperire a un atto umanamente ed estremamente più piacevole, ma si tratta di menti depravate che non sanno quello che si perdono.
    Come ho detto aspetto, ghignando di già, un altro commento, e nell'attesa ti saluto e ti auguro una felice domenica.
    P.S.: ogni tanto al telecomando bisogna cambiare le batterie; se non lo fai, corri il rischio di trovarti il missilino in gola a solleticarti le tonsille. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. ora per carità tutto è lecito, ma non tutto è conveniente...immagina solo per un momento se quel telecomando capitasse nelle mani sbagliate al momento sbagliato...orrore!!:O

      Elimina
    2. Caro micione, cara Mariagrazia, me la sono persa e ricuperarla adesso a bocce ferme mi torna un po' difficile. Le cose che vengono meglio sono quelle spontanee. È passato troppo tempo.
      Spontaneamente ringrazio Dio di avermi fornito di un pisello e di non avermi nascosta là in mezzo una fichetta, che col tempo diventa una ficona, che ti costringe a pisciare seduto o magari in bilico, se il cesso non è quello di casa e non ti fidi della sua pulizia; che devi sempre lavare con una pompetta per essere sicuro che sia pulita bene; che ti costringe ad allargare le gambe quando fai all'amore; che se per un giorno che stai magari in gita e non puoi usufruire di un bidè ti costringe ad annusare di continuo perché hai sempre l'impressioni che puzzi di pesce marcio e che tutti se ne accorgano; che una volta al mese -e ringraziamo Dio, sennò sarebbero dolori nove mesi dopo- piscia sangue puzzolente e te la devi fasciare come una mummia, oppure infilartici su sto tampax che altro non è che un surrogato del beatissimo cazzo maschile. L'unica differenza l'ha messa in chiaro Antares: non si muove, mentre l'altro si muove e come, anche se brevemente.
      Insomma a voi è toccato sto strazio, a noi le palle che a volte non sai dove metterle e ci va sempre l'orlo degli slip in mezzo e fanno un male cane, e poi la prostata che si ingrossa e ti costringe a fare minipisciate. Lì non c'è tampax che tenga, ci vorrebbe una vescichetta mobile per raccogliere le goccioline che fuoriescono senza controllo e senza che ce se ne accorga.
      A ciascuno il suo.

      Elimina
  7. Risposte
    1. si più che altro...intimi...

      Elimina
  8. "il gusto pieno della vita..." =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu che sei ciovane ciovane, non le legge certe cose che me vergogno!

      Elimina
    2. ah ah lasseme ride'...

      Elimina
  9. Ciao !!
    ahahhaahha pure per me è era un problema… a volte la cordicella spariva ..per fortuna la ritrovavo sempre…. ^ _^ lontani ricordi!
    Ma c'è Lillinaaaaa ciao cara bello rileggerti!
    Bacione grande per la buona giornata Megghi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvan al tuo confronto non era nessuno =D

      Elimina
    2. claudia: bacio anche a te...per tutte le giornate a venire..
      riccardo: spiritoso! :DDD

      Elimina
    3. ahhahahahahah
      Ciao Riccardo…..bella la battuta! =D

      Elimina
  10. Non ho idea di come si metta un tampax. Il che, tutto sommato, è un bene. Sono un uomo, per dio, il semplice concetto di tampax basta a disgustarmi o a rallegrarmi, in quei terribili momenti in cui la tua donna ti dice che ha un ritardo del ciclo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fatto che non lo sappia tu va bene..ma capisci il mio disappunto? :))

      Elimina
    2. ma nemmeno su Google??? e su Wikipedia? =D

      Elimina
  11. 4 gravidanze? i tampax dovrebbero entrare da soli...

    va beh si possono vedere le foto che più esplicite non si può?
    =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per le foto telefonare dalle alle...(come se ci fosse bisogno di dirtelo io dove cercare...balordo..):P

      Elimina
    2. a Riccà il numero chiedilo a magnetico...lui è sicuuuuramente più pratico de me

      Elimina
  12. Mi lego alla schiera Tampax-no-way. Ho sempre avuto il terrore che una volta spezzata la cordicella, (perchè succede sissì) quel coso avrebbe fatto un "Viaggio allucinante" ricordi questo film? No, mi sa che sei troppo ciovane, gugolagugolà ;)

    E poi da bambina rimasi scioccata da quella freddura con Dracula che si prepara una tazza di tè...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non conosco il film, (ma perchè quanti anni pensi io abbia?? ho superato da un bel po gli anta..mannag!)ne me lo vado a vedere che poi ho gli incubi, anche la freddura...co sto callo non ce sta, per quel che riguarda la cordicella...be dovesse perdersi...ho già trovato un volontario che cercherebbe...cercherebbe...fino a trovarla..:DDDD

      Elimina
  13. L'unica volta che ho visto qualcosa che somigliava ad un tampax è stato quando ho dovuto pulire il cesso delle donne dove lavoro io. Fino a quel momento pensavo fosse una leggenda metropolitana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora innanzi tutto ho cercato il tuo blog e ho solo visto na babba natala tutta ignuda...e vabè si maschietto...ce sta. Poi credo noi due facciamo lo stesso lavoro ( pulizie?) e quindi se ne vedono di ogni e così almeno sai di che parlo..e no non trattasi di leggenda ma tuuuuute cose vere che succedono...alle donne. benvenido.

      Elimina
  14. Io ne ho sempre sentito parlare, ma per me rimangono oggetti ficanti non identificati :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oggetti "ficanti" non lo avevo mai mai sentito..e ora che ci penso solo tu te ne potevi usci co na parola così:DDD

      Elimina
  15. resta di stucco, è un barbatrucco

    :-D

    RispondiElimina

dì la tua..